Refrontolo

MeteoSin dalla notte dei tempi poche cose come il clima hanno influenzato usi e costumi delle società umane. Illustri storici hanno indicato proprio nel clima il vero motivo per cui la Rivoluzione Industriale è avvenuta in Europa e non per esempio in Africa. Chissà se è vero, certamente è difficile spiegare la cultura africana prescindendo dal clima. E’ ormai sicuro, invece, che le attività umane hanno influenzato pesantemente il clima e la tragedia di Refrontolo in questo senso è didascalica: a parte la Magistratura che indaga (che in Italia è una costante), c’è l’effetto serra (una bomba d’acqua che si abbatte su di un piccolo territorio), c’è il dissesto idrogeologico (con i vigneti al posto del bosco, ma senza prevedere misure di salvaguardia), c’è il capannone travolto della festa paesana, che si organizza d’estate, perché l’estate è “la bella stagione”. E invece quest’estate è stata assai poco bella, in particolar modo per gli agricoltori e i balneari. Crollano insomma anche sul fronte del meteo le solide certezze di un tempo e cominciano a farsi strada nuovi modi di pensare. Purtroppo, quando i fatti incalzano veloci, la cultura diffusa stenta a star loro dietro. Il cervello umano ragiona per abitudini, che in natura è un meccanismo di difesa utile quando le cose non cambiano o cambiano lentamente, ma diventa un fardello se i cambiamenti sono repentini. Per questo le idee, nelle società umane, tendono sempre ad inseguire i fatti. Oggi è il giorno del lutto, ma accanto al cordoglio vogliamo esprimere una speranza: che la rete contribuisca ad accelerare la velocità del cambiamento e, per una volta tanto, le nuove idee riescano a precedere i fatti e a prevenire i futuri disastri, per quanto possibile. In Italia un certo nuovo modo di pensare ha trovato il suo contenitore nel MoVimento 5 Stelle, in altre latitudini ci saranno altri contenitori. Solidamente ancorato al passato, invece, il centrodestra renziano, che contro il dissesto idrogeologico altro non sa immaginare che ulteriori opere edili e basta. Per le quali, peraltro, i soldi restano pochi, come sempre.