I fuggitivi

Bimbo guerrieroCon un passato da obbiettore di coscienza al servizio militare in anni in cui il servizio militare era ancora obbligatorio, non sarò certo io a rimpiangere l’indole guerriera dell’italica stirpe, che poi, fortunatamente, non è mai stata un granché. E magari sarà pure vero che in questi tempi di crisi e di passaggio non ci sono più i veri uomini (e le vere donne) di Roma antica, ma insomma chi se lo sarebbe mai creso che Renzi e il PD tutto scappassero di fronte ai 5 Stelle. Cioè la prima volta che il MoVimento 5 Stelle accetta una vera e propria trattativa con un partito, ragazzi non trovo altre parole per dirlo, questi sono scappati. Da Berlusconi. La via della fuga è una via ben conosciuta dalla classe dirigente italiana e l’abbiamo sempre detto che la vera festa nazionale dovrebbe essere l’8 settembre, non il 2 giugno. Ma questa volta di fronte non c’erano le armate teutoniche, c’era solo “l’Armata Brancaleone” dei 5 Stelle. Poi certo la trattativa sarà ripresa e andrà come andrà, ma questo piccolo episodio dell’incontro con i 5 Stelle fatto saltare illumina di nuova luce l’avventura renziana. Anche in questo caso, si tratta dunque di un’ascesa molto, molto resistibile. Ma su queste basi, verrebbe da dire, non dura, dura minga, non può durare.