Basta ai giochi di guerra in Ucraina

efd2• Parlamento Europeo, Strasburgo, 16 Settembre 2014

• Speaker: Nigel Farage MEP, Leader del UK Independence Party (UKIP), Co-Presidente del Gruppo ‘Europe of Freedom and Direct Democracy’ (EFDD) al Parlamento Europeo

• ‘Bluecard question’: Ioan Mircea PAŞCU MEP (Romania) – Socialist Group (P&D)

• Dibattito: Situazione in Ucraina e stato dell’arte delle relazioni EU-Russia

Nigel Farage: Tra la lunga lista di fallimenti di politica estera e le contraddizioni negli ultimi anni, tra cui, naturalmente, il bombardamento della Libia, il desiderio di armare i ribelli in Siria, c’è stata la provocazione inutile a Vladimir Putin.

Questo impero UE, sempre nel tentativo di  espandersi, ha esteso la sua pretesa territoriale in Ucraina alcuni anni fa. Giusto per fare sicuramente la cosa peggiore, alcuni membri della NATO hanno detto che anche loro avrebbero desiderato una Ucraina che aderisse alla NATO. Abbiamo incoraggiato la rivolta direttamente in Ucraina che ha portato al rovesciamento del presidente, Yanukovich, e che ha causato, naturalmente, a sua volta,Vladimir Putin a reagire. E la morale della storia è che se si stuzzica l’orso russo con un bastone, non essere sorpreso quando lui reagisce.

Giusto per perseverare, oggi stiamo bruciando le tappe attraverso un Association Agreement con l’Ucraina a velocità indebita e mentre parliamo ci sono soldati della Nato impegnati in esercitazioni militari in Ucraina. Abbiamo preso una vacanza dalla ragione? Vogliamo davvero una guerra con Putin? Perché se è così, stiamo  andando sicuramente nella giusta direzione.

Forse dovremmo riconoscere che l’Occidente deve ora affrontare la più grande minaccia e crisi per il nostro modo di vita che abbiamo mai visto da oltre 70 anni. Le recenti decapitazioni degli ostaggi britannici e americani mostrano scenograficamente il problema. E, naturalmente, abbiamo anche i nostri cittadini dai nostri paesi impegnati in questa lotta.

Nella guerra contro l’estremismo islamico, Vladimir Putin, qualunque cosa possiamo pensare di lui come essere umano,  è senza dubbio dalla nostra parte.

Suggerisco che siamo cresciuti. Vi suggerisco di riconoscere la vera minaccia di fronte a tutti i nostri paesi, comunità e società. Fermiamo i giochi di guerra in Ucraina e iniziamo a preparare un piano per aiutare i paesi come la Siria, come l’Iraq, come il Kenya, come del resto la Nigeria, per cercare di aiutarli ad affrontare la vera minaccia che ci si trova di fronte. Non andiamo a provocare Putin, che lui ci piaccia o meno.

Ioan Mircea: Sir, secondo te considerato, cosa è meglio, avere soldati russi che combattono una guerra sul territorio dell’Ucraina, o le truppe della NATO che si esercitano sul territorio dell’Ucraina come risposta alla prima?

Nigel Farage: Il punto che stavo facendo è che ci dovrebbe essere un enorme grado di colpa in questa sede su cosa ha provocato tutto questo in primo luogo, e abbiamo visto ucraini occidentali, sventolando bandiere europee, in rivolta, appiccare il fuoco alle cose, e mettere in scena efficacemente un colpo di stato, che ha rovesciato il presidente ucraino, che ha portato a questa instabilità. Sì, sì, voi siete i colpevoli e vi rifiutate di accettarlo.

logo_EFD_angl_vect