I mistificatori

Un luogo comune molto diffuso (come tutti i luoghi comuni) è che i politici sono bugiardi. Ma se in un momento di disperazione volessimo rileggere o riascoltare i discorsi dei politici della “Prima Repubblica”, ci accorgeremmo che essi non mentivano affatto e dicevano proprio quello che pensavano, solo che lo dicevano in un linguaggio specialistico, il famoso “politichese”, che per la maggior parte dei comuni mortali necessitava di una traduzione. Il giornalista del TG2 Gino Pallotta sul politichese, all’epoca, scrisse pure un dizionario. Il vertice del politichese sono unanimemente considerati i discorsi di Aldo Moro e l’apice assoluto il suo discorso al congresso democristiano del 1962, cinque ore per sancire la nascita ufficiale del primo centrosinistra. Il politichese divenne una lingua morta quando, anche in Italia, alla politica cominciarono ad essere applicate le tecniche della pubblicità, prima da Craxi (in modo artigianale) e poi da Berlusconi (per esteso). I tentativi… read more →